nuove Suzuki V-STROM 1050 MY23

0

SUZUKI PRESENTA LE NUOVE V-STROM 1050 MY23, ORA ANCHE CON RUOTA ANTERIORE DA 21”

 

– A vent’anni dal lancio della prima V-STROM, la Casa di Hamamatsu rinnova la gamma dell’iconica V-STROM 1050, introducendone la 4° generazione

– La nuova V-STROM 1050DE, equipaggiata con ruote a raggi da 17 al posteriore e 21 pollici all’anteriore, pneumatici semi-tassellati, ciclistica aggiornati e nuovi sistemi elettronici, tutti elementi che migliorano il comportamento in fuoristrada.

 – Ad affiancarla in listino è la nuova V-STROM 1050 con ruote in lega da 17 al posteriore e 19 pollici all’anteriore, con una più spiccata vocazione stradale.

 – Entrambi i modelli beneficiano di importanti interventi a livello tecnico e di ciclistica, oltre al ricco equipaggiamento, dove spiccano una nuova strumentazione digitale TFT LCD a colori e il sistema “Cambiarapido” (Bi-directional Quick Shift System).


Suzuki celebra il 20° anniversario della famiglia V-STROM rivisitando in maniera profonda la V-STROM 1050. Con il Model Year 23 la gamma V-STROM 1050 è caratterizzata da due versioni ben distinte, una dal taglio turistico più convenzionale e l’altra dall’inedita e marcata predisposizione all’off-road. La V-STROM 1050DE debutta sul mercato e, con le sue caratteristiche, si rivolge ai motociclisti che cercano una moto che incarni il massimo della versatilità anche lontano dall’asfalto, ma che non imponga compromessi in fatto di comodità anche nell’uso quotidiano. I percorsi stradali e le strade bianche restano invece l’habitat naturale della V-STROM 1050, che compie importanti passi avanti rispetto al passato.

V-STROM 1050DE: L’avventura come stile di vita
Il diverso carattere che contraddistingue la V-STROM 1050DE traspare sin dal primo sguardo e non solo per le colorazioni e le grafiche specifiche o per il suo parabrezza corto e fumé. I principali elementi distintivi della V-STROM 1050DE sono i cerchi a raggi, anteriore da 21 pollici, sormontato da un parafango specifico in tre pezzi. Questa moto appare più alta, grazie a sospensioni con maggiore escursione, che aumentano l’altezza minima da terra e quella della sella, che si trova a 880 mm dal suolo. L’intera ciclistica è ottimizzata in funzione delle nuove ruote e per assecondare la maggiore attitudine all’off-road, Aumentano infatti l’escursione delle sospensioni, l’interasse (+40 mm, per 1.595 mm totali) e l’inclinazione del cannotto di sterzo (27° 30’ contro 25° 40’), il tutto per migliorare la stabilità e il controllo sui terreni accidentati. Inediti sono anche il forcellone, più lungo e irrigidito circa del 10% e il manubrio a sezione variabile, più largo di 20 mm. Appannaggio esclusivo della V-STROM 1050DE sono gli pneumatici semi-tassellati Dunlop Trailmax Mixtour, le pedane maggiorate in acciaio, la catena di trasmissione rinforzata, la protezione paracoppa in alluminio e le barre paramotore di serie. A livello elettronico la V-STROM 1050DE dispone della possibilità di disattivare l’ABS sulla ruota posteriore e di una nuova modalità G (Gravel) come impostazione aggiuntiva del sistema STCS, che consente un certo slittamento controllato della ruota in accelerazione. Entrambe queste novità elettroniche aiutano il pilota nella guida sui terreni a bassa aderenza.

V-STROM 1050: Vocazione da globetrotter
La V-STROM 1050 è pensata per muoversi prevalentemente sui terreni stradali, per massimizzare il comfort nel turismo a lungo raggio e per fornire prestazioni esaltanti nelle strade tortuose. Tra le sue caratteristiche chiave ci sono i cerchi in lega di alluminio – anteriore da 19 pollici e posteriore da 17 pollici – equipaggiati con pneumatici Bridgetsone Battlax Adventure A41. Un’altra novità è il grande cupolino, dotato di un rapido sistema di regolazione in altezza. Anche la sella del pilota può essere settata su due livelli, permettendo così a chiunque di trovare la posizione di guida più comoda.

RISPONDI

nove + 12 =